PAI – Polo Ambientale Integrato

PAI – Polo Ambientale Integrato

Realizzazione Fabbricati Portineria e Pesa

Committente: IREN Ambiente S.p.A.

Anno: 2012 – 2013

L’accesso all’interno del Termovalorizzatore

Nel territorio del Comune di Parma è stato creato un nuovo sistema impiantistico, denominato PAI – Polo Ambientale Integrato, dedicato alla gestione integrata dei rifiuti dell’intera Provincia di Parma nel quale è previsto il trattamento di rifiuti urbani e speciali non pericolosi mediante termovalorizzazione cogenerativa: processo che produce anche energia termica per il teleriscaldamento della Città di Parma ed energia elettrica da vettoriare alla rete elettrica di distribuzione. Situato nella zona nord di Parma, il PAI ha avuto l’ultimazione della relativa urbanizzazione di 1^ fase tramite la realizzazione dei Fabbricati Portineria e Pesa.

I fabbricati costituiscono il presidio di controllo dei mezzi e delle persone che accedono all’area impiantistica ed ai servizi di supporto e per questo sono stati inseriti in continuità con le dune di mitigazione, trasversalmente ed in asse con l’unica strada di accesso al PAI. L’ingresso attraversa in posizione centrale il fabbricato con corsie divaricate per la presenza della stazione di pesatura costituita da un corpo di fabbrica a due corsie laterali dove sono posizionate le pese a ponte per le pesate in ingresso e in uscita con relativa registrazione automatica. Inoltre, per ogni senso di marcia, si affiancano alle pese le corsie di passaggio per i mezzi non soggetti a pesatura: tutte e quattro le corsie sono munite di sbarre di intercettazione dei veicoli.

Il corpo di fabbrica della portineria, ubicato a ovest della strada di ingresso al PAI, ospita la hall della reception, gli uffici per il controllo dei documenti sia dei mezzi in transito dall’ingresso veicolare adiacente sia dei visitatori che devono raggiungere il PAI, oltre l’ingresso e l’uscita del personale addetto con rilevamento della presenza. L’edificio è composto da una copertura in tegoli prefabbricati di calcestruzzo, poggiante su muri e setti di calcestruzzo in opera e da una struttura secondaria in carpenteria metallica formante i portici esterni, a protezione dei passaggi pedonali e della facciata in vetro. L’aspetto dei fronti esterni è caratterizzato dal rivestimento di rete metallica stirata di ampie porzioni dei prospetti. I locali della hall e degli uffici sono delimitati, sul fronte nord rivolto all’ingresso principale, da una facciata strutturale in alluminio e vetro, sui restanti lati dai setti in calcestruzzo.

L’edificio della pesa è posizionato a est della portineria nell’isola pedonale rialzata posta al centro del piazzale di accesso ai mezzi di conferimento. Il nucleo, realizzato in calcestruzzo in opera con solaio ribassato, forma il sostegno centrale della tettoia di copertura, che si estende sopra le pese a est e ovest fino a incontrare i setti in c.a. posti alle estremità. La copertura è realizzata con carpenteria metallica e pannelli di lamiera grecata. Le pareti esterne dei locali sono formate da facciata strutturale, composta da pannelli vetrocamera su struttura in profilati di alluminio: la soluzione scelta consente di coniugare l’esigenza di massima visibilità verso l’esterno con gli aspetti legati all’isolamento termoacustico e alla tenuta della pressione aria interna; l’ampia tettoia esterna garantisce l’adeguato ombreggiamento delle superfici vetrate e la soddisfazione dei requisiti di comfort visivo degli operatori.

La tettoia metallica è rivestita, sui fronti e sul piano di intradosso, con rete metallica stirata verniciata. Lo schema distributivo dell’edificio pesa è articolato con un ufficio destinato all’accoglienza degli operatori posto sul fronte sud al livello del marciapiede esterno, il blocco servizi al centro, e la zona riservata all’addetto alla pesatura posta a una quota rialzata di cm 80 dal livello del marciapiede, onde consentire il contatto visivo tra l’operatore e il conducente del mezzo oggetto delle misurazioni. La particolare disposizione planimetrica dell’edificio pesa, di forma trapezoidale allungata, consente all’addetto di controllare contemporaneamente il traffico sia in entrata che in uscita, e di interagire con i conducenti degli automezzi senza detrimento dell’efficienza ergonomica. La maggiore ampiezza del fronte nord consente di alloggiare, oltre all’ingresso pedonale, una postazione di lavoro dedicata allo svolgimento dell’attività burocratica a complemento delle operazioni di pesatura. All’esterno, nell’area antistante la pesa e protetti da fittoni metallici, sono collocati i portali per il controllo radiometrico dei veicoli al fine di riconoscere eventuali contaminazioni radioattive.

SHARE THIS POST :

Altri Progetti

Conservatorio di Musica Arrigo Boito

Restauro funzionale della Sala G. Verdi e adeguamento impiantistico    Committente: Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma Anno: 2016 – 2017 La rinascita della musica Sono serviti quasi due anni per ridare nuovo splendore alla Sala “Giuseppe Verdi” del Conservatorio di Musica A. Boito di Parma facendo così dono di un nuovo locale di

SHARE :

Padiglione maternità

Restauro Padiglione Maternità – Ospedale Maggiore di Parma   Committente: Azienda Ospedaliero – Università di Parma Anno: 2016 Un luogo simbolo per la città Edificio e luogo simbolo per i parmigiani, il Padiglione Maternità è uno dei primi nove edifici che costituiscono il nucleo storico dell’Ospedale Maggiore di Parma terminati intorno al 1926. Per recuperarne

SHARE :

Rete di stagno

Lavori di ristrutturazione e adeguamento dell’impianto di Foce Morbasco   Committente: Consorzio di Bonifica Dugali, Naviglio, Adda Serio – Cremona Anno: 2014-2015 Ristrutturazione per il recupero della risorsa idrica Superato il ponte di Ragazzola provenendo da Parma lungo la provinciale che porta a Cremona si è realizzato un’opera molto significativa ai fini del recupero della

SHARE :