Palazzo tabarino

Palazzo tabarino

Realizzazione Pinacoteca Comunale

 

Committente: Comune di Montichiari (BS)

Anno: 2008-2009

Un museo per Montichiari

La città di Montichiari, situata a pochi chilometri da Brescia, ha avuto negli ultimi decenni un deciso sviluppo, non ultimo il recupero di palazzo Tabarino, sede del Comune sino agli anni 90. Il nucleo più antico del complesso risale presumibilmente ai secoli XVII-XVIII, mentre gli attuali edifici, quali palazzo Tabarino e Palazzo della Pretura, contigui e prospicienti via Martiri della Libertà, risalgono a fine 800.

Entrambi in muratura non armata e con copertura a tetto a due falde, presentano una pianta rettangolare sviluppata su due piani fuori terra e sottotetto, senza scantinati. Gli accessi a Palazzo Tabarino sono collocati sotto l’androne aperto che attraversa l’intero corpo dell’edificio collegando l’esterno a piazza del Teatro: quello a Est porta ad alcune sale del piano terra, quello Ovest porta ad un vano scala attraverso cui si accede ai locali del piano terra e del primo piano.

Quest’ultimo è caratterizzato da una distribuzione tramite corridoio centrale che disimpegna due serie di sale prospettanti i fronti principali (speculare si può considerare la tipologia planimetrica dell’attiguo Palazzo della Pretura). La posizione di rilievo dell’intero complesso, nel cuore della cittadina bresciana, la vicinanza di importanti luoghi culturali e la donazione di una collezione privata sono stati i motivi principali del recupero e del restauro dello stesso e della sua coeva trasformazione a pinacoteca comunale.

L’intento è stato quello di conservare e di riportare alla luce nel maggior grado possibile le originarie strutture, e laddove non è stato possibile, di utilizzare tecniche tipiche dell’edilizia storica dell’area geografica di appartenenza: non è un caso che la mostra di apertura sia stata dedicata a Ernesto Treccani, uno dei maggiori pittori del dopoguerra, la cui vita e opera si intrecciano atavicamente con la città di Montichiari.

Fulcro di un polo culturale il cui fine è creare un’area di notevole interesse, palazzo Tabarino si presenta come una pinacoteca museo nel senso moderno del termine: gli spazi multimediali e flessibili da utilizzare, il caffè letterario, i punti accoglienza e le strutture didattiche ne fanno un luogo di ritrovo e di scambio culturale per i giovani e per tutti.

SHARE THIS POST :

Altri Progetti

Conservatorio di Musica Arrigo Boito

Restauro funzionale della Sala G. Verdi e adeguamento impiantistico    Committente: Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma Anno: 2016 – 2017 La rinascita della musica Sono serviti quasi due anni per ridare nuovo splendore alla Sala “Giuseppe Verdi” del Conservatorio di Musica A. Boito di Parma facendo così dono di un nuovo locale di

SHARE :

Padiglione maternità

Restauro Padiglione Maternità – Ospedale Maggiore di Parma   Committente: Azienda Ospedaliero – Università di Parma Anno: 2016 Un luogo simbolo per la città Edificio e luogo simbolo per i parmigiani, il Padiglione Maternità è uno dei primi nove edifici che costituiscono il nucleo storico dell’Ospedale Maggiore di Parma terminati intorno al 1926. Per recuperarne

SHARE :

Rete di stagno

Lavori di ristrutturazione e adeguamento dell’impianto di Foce Morbasco   Committente: Consorzio di Bonifica Dugali, Naviglio, Adda Serio – Cremona Anno: 2014-2015 Ristrutturazione per il recupero della risorsa idrica Superato il ponte di Ragazzola provenendo da Parma lungo la provinciale che porta a Cremona si è realizzato un’opera molto significativa ai fini del recupero della

SHARE :